Debito pubblico, come è esploso

Da Liberazione-dal-Debito-Pubblico Vent’anni di debito ai minimi Nel secondo dopoguerra inflazione e parziali ristrutturazioni del debito hanno consentito di mantenere la situazione sotto controllo: il debito italiano si ritrova infatti poco al di sopra del 20% del Pil. Ancora nel 1964, in pieno boom economico, quando l’economia italiana cresce in media del 5% annuo sostanzialmente […]

Annunci

l governo corregge i conti e vara un decreto anti-procedura Ue da 1,5 miliardi

La norma, chiesta dalla commissione Ue per blindare i saldi di quest’anno, costringe nei fatti il governo a varare nei fatti una manovra correttiva vera e propria. Insieme al disegno di legge sull’assestamento di bilancio da 6,1 miliardi il consiglio dei ministri ha approvato un decreto “salva-conti” da 1,5 miliardi di euro. Si tratta della […]

Dal debito all’Ue, il Savona-pensiero nella relazione Consob

E’ l’uomo politico e l’economista che domina la prima relazione da presidente Consob di Paolo Savona. Di conseguenza, l’approccio non può che essere macroeconomico ma, soprattutto, riaffiora il pensiero del professore che ha teorizzato la possibilità di sconfessare le regole condivise e sottoscritte dall’Italia, dal Trattato di Maastricht al patto di stabilità, pur di ridare […]

Boccia: ridurre il debito e rassicurare i mercati. Di Maio: rigore e crescita compatibili

Serve una manovra da 32 miliardi, e «non ci saranno scelte indolori». L’unica via «è una Ue più coesa e forte», anche perchè la soluzione all’immigrazione «non è chiudere le frontiere». È il monito lanciato dal presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, dal palco dell’assemblea annuale degli industriali a Roma, che propone «al governo e alle opposizioni […]

Conti pubblici, la soluzione per l’Italia è una patrimoniale 

Per il governatore della Banca centrale olandese l’Italia dovrebbe pensare a una tassa patrimoniale per risanare i suoi conti Da un lato un debito pubblico molto elevato, dall’altro una ricchezza privata altrettanto considerevole. Per risanare i propri conti e permettere una redistribuzione interna, l’Italia avrebbe la necessità di approvare una tassa patrimoniale. Possibilità esclusa solo qualche settimana […]